La psicologia dei colori al cinema. In un video le scene più famose

Rosso come la passione, giallo come la pazzia, blu come la calma. In un montaggio video tutte le sfumature della psicologia dei colori vengono raccontate attraverso le scene dei film più famosi.

I colori, si sa, sono capaci di evocare emozioni e scatenare associazioni mentali. La psicologia delle diverse gamme cromatiche è una materia studiata da secoli e viene sfruttata, consapevolmente o inconsapevolmente, da artisti, registi, designer e persino esperti di marketing.

In questo video, la studentessa di visual media Lilly Mtz-Seara riunisce in un montaggio serrato decine di spezzoni di film in cui il colore svolge un ruolo importante, suggerendo con delle scritte in sovraimpressione quali sono le emozioni e i concetti associati alle diverse cromie.

Oltre sessanta le pellicole scelte, per una carrellata che copre svariati decenni di cinematografia, da Grease (1978) a The Revenant (2015), passando per The Shining (1980) e American Beauty (1999). Quattro minuti di immersione nella potenza del colore, usato di volta in volta per esprimere concetti e sensazioni diverse: innocenza, passione, dolcezza, violenza, insicurezza, calma, pazzia. Una chiave di lettura interessante e rinfrescante, raccontata con un’assemblaggio di immagini efficace, per spingere tutti gli amanti del cinema a porre un’attenzione più consapevole alle scelte cromatiche del regista. Il tutto, sulle note incalzanti delle Quattro Stagioni di Vivaldi.

Il video


Artribune.com